Home CRONACA Covid-19: due contagi in più, nessun’altra vittima. Il “paziente Ticino” respira

Covid-19: due contagi in più, nessun’altra vittima. Il “paziente Ticino” respira

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 13.05) Piacerebbe il potersi rallegrare del basso numero di nuovi contagiati (due, ed il computo sale a 3’308) e dell’assenza di nuove vittime (restano 348), nelle ultime 24 ore sull’alba di oggi; ed in effetti il “paziente Ticino”, concetto in varie declinazioni da percepirsi, sembra poter guardare con fiducia al prossimo futuro. Ma della tempesta covidiana non si potrà dire d’essere usciti sino a che sarà scomparso il fardello dei 50 ancora ricoverati, 46 dei quali in reparto, uno in terapia intensiva “ordinaria” e tre in stato di intubazione; lì la distanza tra vita e morte resta appesa ad un filo, ed infatti nessuna variazione è intervenuta circa il numero dei dimessi (sempre 888) dalle strutture nosocomiali, e non a caso sia dallo Stato maggiore cantonale di condotta sia dall’Ufficio del medico cantonale vengono rinnovati gli inviti a restare prudenti, a non considerare chiusa la partita, a valutare per bene le situazioni di rischio potenziale, et cetera. Situazioni di rischio ben chiare a livello federale: dove, dopo recupero di flussi omogenei di informazioni, a 12 Cantoni aggiornati su 26 constano ora 1’913 decessi e 30’707 casi di contagio (Vaud il Cantone più colpito, 5’434 unità; seguono Ginevra con 5’133, Zurigo con 3’597 e Ticino, per l’appunto, con 3’308).