Home SPORT Colpo di stiletto / Tutti in una metà campo. Per esigenze di...

Colpo di stiletto / Tutti in una metà campo. Per esigenze di immagine…

93
0

Molte le recriminazioni sulla sconfitta patita ieri dalla Rossocrociazia ai Mondiali di calcio maschile in Qatar: recriminazioni per l’unico goal subito (sarebbero stati due, ma una rete fu annullata), recriminazioni per il fatto che tale goal giunse quando ormai tutto era stato costruito e prodotto al fine di preservare lo 0-0, recriminazioni per il gioco rinunciatario degli uomini guidati in panchina da Murat Yakin. Vivissima la polemica su quest’ultimo punto: al tecnico è stata rimprovata un’attitudine rinunciataria sin dall’inizio, ovvero – con le parole del collega Gino Ceschina in un “post” su rete sociale – “abbiamo bloccato il Brasile per 45 minuti nella… nostra metà campo”. Fiondata in replica dalla collega Camilla Mainardi: “È una tattica. Le donne svizzere esigono che sia sempre inquadrato il portiere Yann Sommer”. Il quale, sia detto senza invidia ma con mero riconoscimento della realtà, ha un suo perché.

Previous articleVogelgrippevirus bei Schwan in Locarno nachgewiesen
Next articleAlla “Doppia V” un poliedrico (ed internazionale) “showcase” di Natale