Home CRONACA Colpo di stiletto / Restituiamo a Suino il suo essere Suino

Colpo di stiletto / Restituiamo a Suino il suo essere Suino

Quasi cinque anni trascorsero dal giorno in cui, sulla scorta di elaborato ragionamento e di accertamenti “ab antiquo”, la frazione Suino venne genericamente modificata in “Suvino”, con ciò forse intendendosi risolvere quello che per taluno era motivo di imbarazzo, tanto di più qualora alla frazione venisse associato il fatto che essa è parte del Comune di Sessa. Ma le abitudini sono dure a morire, soprattutto quando la loro morte non ha un reale motivo (a fronte dell’imbarazzo dei citati taluni, infatti, consta il fatto che sul nome “Suino” molti sorridevano e tuttora sorridono); e, difatti, nell’elenco ufficiale dei controlli mobili della velocità – fonte Polcantonale, la quintessenza dell’ufficialità – per la settimana entrante figura ancora… Suino. Ora, sapendosi che “Suvino” non entra nel cuore e nemmeno nelle orecchie, ed essendo ad ogni modo in corso d’opera l’aggregazione di Sessa e di Croglio e di Ponte Tresa e di Monteggio nel nuovo Comune di Tresa, forse è il caso di fare un passo indietro. Anche per dare il giusto peso alla storia ed alla toponomastica, che con i maiali non c’entra proprio.