Home CRONACA Cittadini del mondo, siate gentili. Ve lo chiede una luganese

Cittadini del mondo, siate gentili. Ve lo chiede una luganese

La luganese Cristina Milani, 53 anni, psicologa ed imprenditrice oltre che scrittrice, è stata rieletta nei giorni scorsi alla presidenza del “World kindness movement”, in assemblea generale per tre giorni sulle rive del Ceresio, e quindi per il prossimo biennio sarà al timone di un Consiglio internazionale composto anche da Stephen Oke (Nigeria, segretario generale), Nirmala Mahendale (India, tesoriere), Jin Heo (Corea del sud, membro esecutivo), Muhammad Bin Karmarulazizi (Malesia, membro esecutivo) e George Helou (Australia, membro esecutivo). La strategia del “World kindness movement” nel prossimo periodo, come definito nei lavori dell’assemblea, sarà basata sui 17 obiettivi della cosiddetta “Agenda Onu 2030 per uno sviluppo sostenibile”: nelle parole di Cristina Milani, “ci dedicheremo pertanto a realizzare progetti a miglioramento del clima, dell’istruzione e del benessere degli individui”, ad esempio prestando attenzione a fenomeni che in alcune nazioni erano quasi sconosciuti sino a pochi anni or sono (“Un esempio: i suicidi in Malesia e nello Sri Lanka”; non a caso la prossima assemblea generale avrà luogo a Colombo, capitale dell’isola nell’Oceano Indiano, in coincidenza con il lancio di un programma specifico di prevenzione. Ultima nota per l’impegno sul fronte locale: Marco Borradori, sindaco di Lugano, ha ricevuto un certificato di riconoscimento “per gli importanti sforzi nel diffondere maggiore gentilezza a Lugano” attraverso la campagna di cortesia denominata “Vivere bene in città”. In foto, Cristina Milani e Marco Borradori con l’attestato; altre immagini sulla nostra pagina “Facebook”