Home SPIRITUALITA' Chiesa evangelica riformata, Stefano D’Archino a capo del Consiglio sinodale

Chiesa evangelica riformata, Stefano D’Archino a capo del Consiglio sinodale

37
0

È Stefano D’Archino, 62 anni, romano per nascita e dal 2018 pastore della Comunità riformata Bellinzona-dintorni in copertura del territorio da Airolo al Gambarogno, il successore di Tobias Ulbrich quale presidente del Consiglio sinodale per la Chiesa evangelica riformata (Cert) nel Canton Ticino. L’elezione ha avuto luogo sabato durante il sinodo Cert accolto negli ambienti della chiesa di via Carlo Cattaneo 2 a Lugano. Maturità classica, indi laurea in matematica con indirizzo fisico-matematico e laurea in teologia alla Facoltà valdese di teologia in Roma, Stefano D’Archino viene da esperienze professionali come informatico in importanti realtà (“Unisys Italia” ed “Italcable”) ed ha operato quale pastore dapprima in Molise, nella zona di Termoli, e poi in Bregaglia, tra il luglio 2002 ed il dicembre 2018, avendo nel frattempo cura anche della Chiesa cristiana evangelica di Sondrio.

Previous article19-jährigen Raser mit Lamborghini aus dem Verkehr gezogen
Next articleEdilizia pubblica nella Dcpa-est, Marcus Caduff a capo dei direttori