Home CRONACA Bibliocantonali, le quattro sedi pronte (di nuovo) all’accoglienza

Bibliocantonali, le quattro sedi pronte (di nuovo) all’accoglienza

Ritirare libri, riconsegnare testi, prenotare materiale, scegliere tra i cataloghi: è l’ordinario di una struttura bibliotecaria, ma un ordinario che domani, lunedì 11 maggio, ci apparirà straordinario perché le sedi delle Bibliocantonali vengono riaperte, perché i servizi (non tutti, ma in gran parte) si riattivano, perché gli operatori tornano a guardarci negli occhi. Ripartenza, dopo il “lockdown” da Covid-19, inferno del vivere quotidiano per la minaccia costante sulle nostre teste, ed ancora tempo sospeso nel nutrimento culturale; qualche adattamento ci vorrà, qualche cambiamento ha luogo nelle modalità di accesso (ci si farà l’abitudine, e benedetto sarà il giorno in cui a tale abitudine potremo dire “addio”) per via dei provvedimenti di carattere igienico-sanitario e logistico (percorsi e zone di attesa; rimarranno purtroppo chiuse le aule di consultazione e di studio). In reintroduzione anche il prestito interbibliotecario. Le fasce di attività: Bellinzona, dal lunedì al venerdì, ore 12.00-18.00, e sabato, ore 9.00-13.00; Locarno, dal martedì al venerdì, ore 10.00-13.00 ed ore 14.30-18.30, e sabato, ore 9.00-13.00; Lugano, lunedì, ore 13.00-18.30, e dal martedì al venerdì, ore 9.00-12.00 e 13.00-18.30, e sabato, ore 9.00-16.00; Mendrisio, dal lunedì al venerdì, ore 9.00-12.00 e 14.00-18.00.