Home CRONACA Balerna, giovani criminali asilanti mandano tre agenti all’ospedale

Balerna, giovani criminali asilanti mandano tre agenti all’ospedale

268
0

Uno, in forza alla Polcom Chiasso: mano destra fratturata. Un altro, in forza alla Polcantonale: lesioni non gravi ad entrambe le braccia. Un altro ancora, sempre in forza alla Polcantonale: contusioni alla testa. Tutto ciò, per che cosa? Per la reazione di due delinquenti, 16 anni le età dichiarate, l’uno tunisino e l’altro marocchino, entrambi ospiti del “Centro federale asilo” a Balerna località Pasture: sgradito, a quanto pare, un ordinario controllo con perquisizioni delle camere, compresa quella in cui albergavano i due, minorenni (o sedicenti tali) per l’anagrafe ma adulti – sul lato sbagliato dell’adultità – per attitudine alla violenza “nonostante la richiesta di mantenere la calma”, come precisano in una nota-stampa i portavoce di Polcantonale e magistratura competente. Fatti constatati: il 16enne tunisino non ha esitato ad estrarre dalla tasca un lamierino ed a brandirlo nella direzione di un agente, sicché si è resa necessaria l’azione di due poliziotti per disarmare il giovane criminale e per ridurlo a più miti consigli, manette e via; in questo preciso momento, il 16enne tunisino non ha esitato a piantare una gomitata sulla carotide del secondo poliziotto, al che altro ammanettamento ed altra necessaria restrizione della libertà. Ipotesi di reato, facile a riferirsi: per entrambi, violenza o minaccia contro le autorità e contro i funzionari, impedimento di atti dell’autorità e lesioni semplici; a carico del 16enne tunisino, ché un motivo per le perquisizioni al “Centro asilanti” era dato, anche il furto o in subordine la ricettazione. “Dossier” di pertinenza della magistratura dei minorenni.