Home ECONOMIA Borse europee frenate, Zurigo stenta poi si riprende la parità

Borse europee frenate, Zurigo stenta poi si riprende la parità

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.26) Seduta tutta spesa nel recupero delle posizioni dai minimi di apertura, oggi, alla Borsa di Zurigo, il cui listino primario è rimasto fibrillante nell’accezione deteriore del termine, come attesta uno “Swiss market index” al saldo su quota 9’999.05 punti (più 0.09 per cento) dopo flessione sotto quota 9’900, in presenza di azioni che sembrano limitate allo spostamento di pedine ed alle eventuali prese di beneficio sul brevissimo periodo. A far banco ancora “Sika group Ag” (capofila, più 2.54 per cento) ed “Alcon incorporated” (più 1.44), con l’appoggio di “Ubs group Ag” (più 1.12); sulla coda “LafargeHolcim limited” (meno 1.11). Nell’allargato, sempre brillante il titolo “Dottikon es holding Ag”, cui sono bastati due colpi di pedale (oggi, più 10.48 per cento) per riportarsi sui livelli di “record” delle 52 settimane. Dalle altre sedi primarie di contrattazione: Dax-30 a Francoforte, meno 0.12; Ftse-Mib a Milano, meno 0.05; Ftse-100 a Londra, più 0.16; Cac-40 a Parigi, meno 0.05; Ibex-35 a Madrid, meno 0.22. Limature fra lo 0.01 e lo 0.33 per cento sugli indici di riferimento a New York. Appena sottol i 107.3 centesimi di franco il cambio per un euro.