Home ECONOMIA Reazione e speranze, s’inverte la tendenza nelle Borse

Reazione e speranze, s’inverte la tendenza nelle Borse

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 23.24) In reazione alle perdite delle ultime sedute, e su voci di possibili allentamenti della tensione – su ipotesi di apertura al dialogo da parte di Donald Trump, presidente degli Stati Uniti – nella cosiddetta “guerra dei dazi” sull’asse Washington-Pechino, il segno positivo tornato a manifestarsi oggi nelle Borse europee e, sullo slancio, a New York. Apprezzabile, almeno nei termini propri dell’auspicata inversione di tendenza, il “più 0.44” per cento che ha riportato lo “Swiss market index” oltre la soglia dei 9’400 punti ed al saldo su quota 9’404.08 e con listino quasi per intero in cifra verde (fatto curioso, sotto la linea – meno 1.95 per cento, forse per scarico di posizioni dopo marcia impressionante nell’ultimo mese – il solo titolo “Alcon incorporated”); trainanti “LafargeHolcim limited” e “Adecco Sa” (più 3.22 e più 1.67 per cento rispettivamente). Andamento nelle altre sedi primarie di contrattazione: Dax-30 a Francoforte, più 0.97; Ftse-Mib a Milano, più 1.45; Ftse-100 a Londra, più 1.09; Cac-40 a Parigi, più 1.50; Ibex-35 a Madrid, più 0.89. Positive anche le chiusure a Wall Street: Nasdaq, più 1.14; S&P-500, piû 0.80;
“Dow Jones”, più 0.82. Allineato sui 113.0 centesimi di franco il cambio per un euro.