Home REGIONI Sessa, per due mesi facoltà di accesso alla miniera d’oro

Sessa, per due mesi facoltà di accesso alla miniera d’oro

Sotto egida dell’omonima associazione, da oggi e per i mesi di luglio e di agosto, riaperta la miniera d’oro di Sessa, unica realtà del genere su territorio elvetico, zona del Monte Sceré, testimone di una storia di scavi risalenti almeno al 1785 e protrattisi sino al 1952, anno di cessazione dell’attività estrattiva. I “tunnel”, in sviluppo per oltre due chilometri su cinque livelli, vennero abbandonati sino al 2015, quando ebbe inizio un’operazione di recupero con riscoperta dell’ingresso ed apertura della galleria battezzata “Leonilde”, la stessa che è ora praticabile. Facoltà di accesso individuale – a blocchi composti da un massimo di 10 persone – dal giovedì alla domenica, negli altri giorni solo su prenotazione ed in gruppi precostituiti; obbligo di rispetto delle norme di prevenzione igienico-sanitaria; necessari abbigliamento e calzature adeguate. A margine, sempre nel corso di questo periodo, oltre alle visite guidate alla minierasaranno proposte escursioni guidate alla scoperta delle miniere e delle testimonianze nel Malcantone ed esperienze di ricerca dell’oro nelle acque del torrente Lisora. Per informazioni e prenotazioni inviare una “e-mail” all’indirizzo info@minieradoro.ch.