Home CRONACA Metanfetamine in auto dal Varesotto al Ticino: arrestato 42enne

Metanfetamine in auto dal Varesotto al Ticino: arrestato 42enne

Aveva accuratamente evitato valichi primari quali Chiasso-strada o Chiasso-Brogeda o il più vicino Gaggiolo da Cantello su Stabio; per essere uno che non voleva dare nell’occhio, tuttavia, pare che abbia fatto tutto quel che invece l’attenzione altrui richiama. Era difatti in condizioni di inattitudine (primo problema a tradursi in addebito penale) e si è reso responsabile di infrazione alla Legge sulla circolazione stradale (secondo argomento, sempre al capitolo di cui sopra) il 42enne finito in manette l’altr’ieri sul valico di Stabio frazione San Pietro in entrata da Clivio, provincia di Varese, portando costui con sé qualche guaio visibile e qualche altro problema occultato nell’auto con targhe germaniche. Per dire, e stiamo proprio al sindacale rilevato da operatori dell’Amministrazione federale delle dogane ed oggetto di immediata attenzione da parte di effettivi della Polcantonale: a bordo del veicolo c’era denaro, dicansi oltre 54’000 euro, la cui provenienza il soggetto non avrebbe saputo spiegare con termini trasparenti; insieme con le mazzette di banconote, e qui la situazione si complica un tantino, anche qualcosa che sommariamente rientra in categoria droghe, linea metanfetamine, grammi 580 circa, e qui ogni eventuale tentativo di spiegazione sarebbe diventato superfluo.

A carico dell’uomo, risultato essere cittadino tedesco (origini non precisate), fra le ipotesi di reato figurano dunque infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti, contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti e riciclaggio di denaro, oltre – e qui servirebbe un approfondimento sulla natura del “dossier” ora aperto davanti al capoprocuratore pubblico Arturo Garzoni – al furto ed alla falsità in certificati.

Articolo precedenteCovid-19 nelle scuole, risalgono a quota 13 le classi in quarantena
Articolo successivoAcht Millionen Impfdosen für die Schweiz