Home CRONACA Locarno, il “Centromedico” mette radici. A numeri da gigante

Locarno, il “Centromedico” mette radici. A numeri da gigante

Taglio ufficiale del nastro, questa mattina, al nuovo “Centromedico” di Locarno, struttura sviluppata su 2’400 metri quadrati con investimento pari a 14 milioni di franchi tra immobile (ripristino e restauro della storica “Casa Gina” di via Stefano Franscini 12) e dotazioni tecniche (laboratorio, radiologia, ecografia ed altri), con intervento portato a termine nell’arco di 10 mesi. L’unità va a completare una rete organizzata già sui capisaldi di Bellinzona, Lugano, Mendrisio, Chiasso e Faido; confermata la chiave operativa nel segno di una struttura medicosanitaria privata con sinergia tra medici di famiglia e specialisti sino a garantire un’ampia fascia di accertamenti e di prestazioni professionali. I membri dello “staff”: medicina interna generale, Diego Pellini (direttore sanitario), Romano Schwarz, Gabriele Poncini, Gian Antonio Romano (anche per medicina dello sport) e Sergio Luban; urologia, Jacopo Robbiani; otorinolaringoiatria, Aleardo Del Torso; ortopedia, Gianmarco Colombo, Stefano Lafranchi, Danilo Togninalli, Guido Garavaglia e Mauro Molina; chirurgia della mano, Ivan Tami, Cesare Fusetti e Stefano Lucchina; fisioterapia, Michela Meschiari e Nathalie Risi; neurologia, Vesna Wolfensberger; ginecologia, Alessandra Lombardi ed Anne Dietrich; senologia con “screening” cantonale, Elena Cauzza. Ricevimento a fascia continua, tra le ore 8.00 e le ore 18.00, e senza bisogno di appuntamento in caso di urgenza. Nella foto, il nuovo “Centromedico”; altre immagini sulla nostra pagina “Facebook”.