Home CULTURA Il giro del mondo in… 14 mesi: Locarno celebra Emilio Balli, “il”...

Il giro del mondo in… 14 mesi: Locarno celebra Emilio Balli, “il” viaggiatore

49
0

Da ieri, sabato 10 settembre, e sino a tutta domenica 8 gennaio 2023, al “Museo Casorella” in Locarno (via Bartolomeo Rusca 5) la mostra dedicata alla figura di Emilio Balli e, meglio, alle sue esperienze da visitatore dei quattro angoli della Terra secondo le scansioni da diario fotografico tra il 1878 ed il 1879. Emblematico il sottotitolo scelto per la rassegna, ossia “Lo sguardo di un locarnese sul mondo”, a testimonianza di un’esperienza che fu avventura nel senso stretto del termine: aveva infatti un programma ben delineato, quel viaggio messo a punto dai membri di una società di studiosi e di turisti europei, partenza dal porto di Marsiglia giovedì 1.o agosto 1878, a bordo della “Junon”, compagnia armatrice la “Fraissenet”; gli organizzatori si trovarono tuttavia a corto di denaro, ed una volta giunti a New York i partecipanti alla spedizione si trovarono appiedati. Con non comuni spirito di inventiva e sprezzo del pericolo, Emilio Balli decise di proseguire in proprio, si sciroppò il Nordamerica da costa a costa, trovò un imbarco per attraversare l’Oceano Pacifico, approdò in Giappone e da lì passò in Cina, e dalla Cina all’India, indi Mar Rosso, canale di Suez, Alessandria d’Egitto (con soggiorno), Napoli e circolo concluso a Marsiglia nella giornata di sabato 27 settembre 1879; 14 mesi, dunque, per il giro del mondo, dal quale Emilio Balli riportò oggetti e fotografie conservati poi dagli eredi e dagli eredi degli eredi. Nella mostra trova per l’appunto spazio una selezione di tali materiali. Collaborazione con Uni Ginevra e “Museo di Valmaggia” in Cevio.

Previous articleBellinzona, il Dipartimento cantonale territorio spiegato alla “Commercio”
Next articleTrimbach (Kanton Solothurn): Zwei Tunesier nach Diebstahl verhaftet