Home SPORT Hockey Wl / 20 secondi di “black-out”, Ladies Lugano battute in casa

Hockey Wl / 20 secondi di “black-out”, Ladies Lugano battute in casa

Ladies Lugano alla prima sconfitta interna – ma ci sta, in linea di massima, considerandosi l’equipollenza sostanziale tra le due squadre – nell’hockey femminile di massima serie, ieri, ad opera delle Zsc Lionesses Zurigo il cui successo è stato costruito su due elementi: dapprima, 20 secondi di magìa propria, o meglio di “black-out” avversario, fra il 10.02 (in goal Lara Christen per rispondere al provvisorio vantaggio delle bianconere, “power-play” convertito da Ronja Mogren) ed il 10.22 (sorpasso con il timbro di Janine Hauser); poi, la nota solidità difensiva (per dovere di cronaca, Caroline Baldin a difesa della gabbia tenne le medie di 0.89 goal subiti per incontro nella stagione regolare 2020-2021 e di 0.80 goal subiti per incontro nel “play-off”). Ancora per la firma di Lara Christen (20.29) l’allungo sul 3-1 poi esito del confronto. Penalità di partita a Nicole Bullo (nella foto) dopo l’ultima sirena.

Ambiente forse disturbato dalle turbolenze esterne allo spogliatoio, stante la vertenza in essere per ragioni economiche – al momento, stasi su effetto sospensivo concesso – tra un ex-allenatore a suo tempo esonerato ed i vertici societari. Nell’altro incontro della serata, facile affermazione (7-1) del BomoThun sul Reinach, con doppiette di Stefanie Marty, Julia Marty e Cassandra Rensch. Oggi turno pieno con gli incontri Zsc Lionesses Zurigo-Turgovia IndienLadies, BomoThun-Ladies Lugano e Reinach-AccademiaNeuchâtel. La classifica: Zsc Lionesses Zurigo 25 punti; Ladies Lugano 18; Turgovia IndienLadies 15; AccademiaNeuchâtel 12; BomoThun 8; Reinach 0 (Turgovia IndienLadies, AccademiaNeuchâtel una partita in meno).

Articolo precedenteAuch die Swisscom lagert Callcenter-Jobs in den Kosovo aus
Articolo successivoA2 al San Gottardo, mezzodì da pranzo in compagnia (incolonnata)