Home SPORT Hockey Terza lega / Gruppo 1-est, il Nivo fa proprio sul serio

Hockey Terza lega / Gruppo 1-est, il Nivo fa proprio sul serio

8-3 all’esordio contro il Blenio, con allungo perentorio dal 4-3 a cavallo fra seconda e terza frazione; 8-3 anche domenica, stavolta contro il Lodrino sulla pista di Faido, egualmente con accelerazione a partire dalla fase discendente del periodo centrale e stavolta dal 3-3. Lanciatissimo il Nivo, di fatto OscoNivo o NivOsco per note questioni di accordo a fini agonistici, in vetta al gruppo 1-est dell’hockey di Terza lega; al secondo appuntamento di campionato, tra l’altro, con risposta muscolare a partenza infelice (0-2 dopo 11.27) e grazie ad otto marcatori distinti (Francesco Fransioli, Massimo Jamusci, Manuele Guscio, Michel Grazioli, Alan Haller, Braian Grasser, Mattia Merzaghi e Nauel Pestoni); dall’altra parte, solida resistenza sino a metà confronto grazie a Filippo Marchesi, Ulisse Fieschi e Killian Buletti (due assist sul conto di Jarno Bionda, così come due sono gli assist di Massimo Jamusci e di Manuele Guscio sull’altro fronte). In Blenio-Locarno 12-0, già ricordato (vedasi in altra parte del “Giornale del Ticino”) il brillante rientro di Éric Landry quale agonista con tre goal ed un assist, menzione necessaria per Alain Demuth (doppietta più due assist) e Samuele Celio (tripletta) oltre che per Grégory Christen (un goal e due assist).

Battaglia sino al supplementare, infine, con successo del Cramosina sui ValleVerzasca Rivers: padroni di casa sull’1-0 e poi sul 3-1, ed in entrambe le situazioni raggiunti, poi allungo sino al 5-3 (rigore sprecato dagli ospiti al 22.21) con due goal ed un assist di Aaron Azzali e tre assist del gemello Simone Azzali; riavvicinamento dei ValleVerzasca Rivers con Martino Prat già in firma con due assist, poi nervi un po’ troppo tesi con penalità per otto minuti da una parte e 31 minuti dall’altra (spogliatoi anticipati per Fabiano Locatelli); a cinque secondi dall’ultima sirena, in “power-play”, il 5-5 di Danilo Gianettoni. Poi, come si suol dire, arriva il “deus ex-machina”: uno che 10 anni or sono salvò l’AmbriPiotta in massima serie non può esimersi dallo sbrogliare le situazioni in Terza lega, ed ecco il tocco decisivo, al 60.29, da Giuseppe “Joey” Isabella.

La classifica – Nivo 6 punti; Ascona Rivers, Blenio 3; Cramosina 2; ValleVerzasca Rivers 1; Lodrino, ValleMaggia Rivers, Locarno 0 (Nivo, Blenio una partita in più).

Articolo precedenteLuino (Varese): cercasi Paolo Mazza, sparito da cinque settimane
Articolo successivoAmbiente e clima, a Manno incontro pubblico con Marco Gaia