Home SPORT Hockey Quarta lega / ValleMaggia, coraggio: tre ostacoli ancora…

Hockey Quarta lega / ValleMaggia, coraggio: tre ostacoli ancora…

Calendari definiti nei due tornei finali dell’hockey di Quarta lega, gruppo est, in palio l’ascesa alla categoria superiore, ValleMaggia ed Osco le ticinesi deputate alla sfida in ragione dei rispettivi primo e secondo posto nella stagione regolare (gruppo 1-est). Doverosa trattazione di principio per il “Masterround A”: al ValleMaggia, vincitore della prima fase con “record” di 11 vittorie contro quattro sconfitte e titolo per la miglior difesa (51 goal subiti), qui vengono proposti avversari che si chiamano Flims (domani, pista di Lavizzara frazione Prato-Sornico, ore 17.00), Frauenfeld2 (sabato 2 marzo, stessa sede, ore 20.00) e KüssnachtAmRigi2 (sabato 9 marzo, a Küssnacht, ore 19.30). Pur in assenza di parametri tali da garantire una certezza di equilibrio nelle valutazioni (un po’ come avviene al livello superiore, laddove il lato destro della graduatoria nel gruppo 2-est è nei fatti assimilabile per qualità alla Quarta lega ticinese..,), temibile appare la potenza di fuoco del Flims, giunto secondo nel gruppo 3-est con ruolino di marcia notevole (16-2) e sostenuto sul fronte offensivo dal 30enne Damian Thöny e dal 32enne Sascha Janki, entrambi proiettatisi in un’estate dalla Prima alla Quarta lega dopo aver contributo alle ambizioni di “play-off” del PrettigoviaHerrschaft: 34 goal a testa, 128 punti messi a segno complessivamente; 24 e 20 reti rispettivamente per Michael Cavegn ed Andrea Adank. Del Frauenfeld2, secondo nel gruppo 4-est alle spalle del Wil2 e con “record” di 13-5, è più che altro temibile l’effervescenza sulla spinta dell’entusiasmo: qualificazione colta all’ultimo turno, con successo sul ghiaccio dello Sciaffusa2 diretto avversario ed al quale sarebbe bastato un punto, quand’invece l’1-5 interno comportò un affiancamento tra le squadre a quota 38 ed un sorpasso “in extremis” da parte dei turgoviesi già avvantaggiati in ogni campo statistico (2-4 e 3-5 i risultati dei confronti precedenti; “più 39” contro “più 43” nella differenza-reti); probabili punti di riferimento lo svizzero-finlandese Reto Bolli e quel Lukas Farner tornato di recente alle competizioni dopo discrete giovanili. Quanto al KüssnachtAmRigi2, ecco, preoccupazioni non trascurabili: vuoi perché trattasi dell’unica partita in trasferta (e proprio all’ultima giornata…), vuoi perché gran parte degli svittesi – largamente dominatori del gruppo 2-est, 16-2 la rilevazione finale, miglior attacco con 185 goal messi a segno e miglior difesa con 55 reti subite – vanta fogli curriculari con tanti timbri fra Prima e Seconda lega, ed in pratica si sta parlando di 30enni (e dintorni) in potenza ancora utili alla prima squadra.