Home SPORT Hockey Nl / “Play-off”, quarti di finale: il Lugano s’imbarca e affonda

Hockey Nl / “Play-off”, quarti di finale: il Lugano s’imbarca e affonda

132
0

A tirar poco è improbabile si riesca a vincere (qualcuno obietterà: beh, bisogna che ti lascino anche giocare. Vero, ma non ci stiamo occupando di fisica delle nuvole o di filosofia sull’esistenziale); a tirare quattro volte nel primo periodo e 18 in totale in un turno di “play-off” dell’hockey di National league, 99 volte su 100, si perde e si perde anche secco. Farà tesoro di tale esperienza vissuta il Lugano che nell’approccio odierno con i quarti di finale, sul ghiaccio del FriborgoGottéron, si è fermato a quota 18 conclusioni ed ha incassato un 2-6 che macchia la serie, o perlomeno non dà ad essa quell’abbrivo che in casa bianconera era desiderato; purtroppo, ad un primo allungo rintuzzato (14.19, Maximilian Streule, 0-1; 19.27, Luca Fazzini, 1-1) il Lugano non ha saputo aggiungere né sufficiente grado di attenzione (prova sia l’1-2 venuto ancora nel primo periodo, e per la precisione a distanza di 17 secondi dal pareggio di Luca Fazzini, qui con timbro di Lucas Wallmark) né bastevole attitudine alla reazione (periodo centrale, parziale 0-2 con goal di Marcus Sörensen al 27.56 ed ancora di Lucas Wallmark al 32.48, qui in superiorità numerica). Speranze di risalita frustrate su goal annullato a Marco Müller (41.24) dopo chiamata dalla panchina avversaria per la revisione dell’azione; di nuovo Marcus Sörenson per incrementare il margine utile (47.09, tabellone sull’1-5), piccola vendetta personale di Marco Müller con il 2-5 del 51.41, indi chiusura del caso su uno “shorthanded” di Samuel Walser in gabbia vuota (57.02).

Nell’altro confronto di giornata, successo degli Zsc Lions sul BielBienne per 4-3 (doppietta di Denis Malgin, 45.07 e 47.25, per rilbatare un provvisorio 2-3); domani Losanna-Davos e Zugo-Berna.