Home SPORT Hockey Nl / “Derby” numero due: l’Ambrì s’affloscia, il Lugano non perdona

Hockey Nl / “Derby” numero due: l’Ambrì s’affloscia, il Lugano non perdona

Così come il primo, è del Lugano anche il “derby” hockeystico numero due nella stentatissima stagione 2020-2021 in National league; e, se questa è la logica dell’AmbrìPiotta che si smarrisce d’improvviso dopo l’ultima pausa, lo stesso ci troveremo a dire ed a raccontare nelle restanti circostanze che il calendario offre. Non dovrebbe infatti darsi, al netto di risorse disponibili e di assenze e dell’ovvia presenza di un avversario, che il 2-0 dell’ultimo tè diventi un 2-4; ma ogni considerazione è rinviabile a tempi migliori, questo è del resto un anno in cui sarà dura l’arrivare in fondo, già prodigioso il fatto che esista una soglia di resistenza umana alle traversie. Ci si limiterà pertanto alle constatazioni: biancoblù ospiti per l’appunto in doppio vantaggio (26.54, Diego Kostner; 32.34, Dominic Zwerger, in “power-play”) totalizzando 17 tiri contro 35 nei primi 40 minuti, dal che si può anche dedurre quanto in vena di miracoli fosse san Damiano Ciaccio davanti alla gabbia dei leventinesi; martellamento replicato nell’ultima frazione, ospiti spariti dal “radar” del fronte offensivo e finirà con un parziale da 5-22, rimonta in firme di Bernd Wolf (42.18), Giovanni Morini in superiorità numerica (48.22), Reto Suri (51.09) ed in ultimo Daniel Carr – tra l’altro: contratto in scadenza e senza rinnovo – a porta vuota ed ancora nella condizione del “rover” (59.10)

I risultati – Lugano-AmbrìPiotta 4-2; Berna-Scl Tigers 1-2; Davos-ServetteGinevra 2-5; FriborgoGottéron-BielBienne 3-1; Zugo-RapperswilJona Lakers 4-3.

La classifica – Losanna, Zugo 22 punti; FriborgoGottéron 20; ServetteGinevra, Zsc Lions 18; Lugano 15; RapperswilJona Lakers 14; AmbrìPiotta 11; Berna 10; BielBienne 9, Scl Tigers 8; Davos 7 (AmbrìPiotta 12 partite disputate; Zsc Lions, Berna 11; Losanna, Zugo, FriborgoGottéron, RapperswilJona Lakers 10; BielBienne, Scl Tigers nove; ServetteGinevra, Lugano, Davos otto):