Home CULTURA Filo di nota / Ma santa pace, un’occhiata prima di stampare…

Filo di nota / Ma santa pace, un’occhiata prima di stampare…

Gardi Hutter (in quanto teatrante) ed Agnese Z’graggen (in quanto artista pluridisciplinare, dai gioielli alla scrittura) ben meritano d’essere ospiti e nel contempo “testimonial” dell’eterno femminino per l’evento culturale di prossimo svolgimento a Locarno (vedasi a tale proposito in altra parte del giornale). Nel prospetto di presentazione, tuttavia, esse si ritrovino descritte non come artiste, quali sono, ma a guisa di “ariste”, parola dal significato non equivoco. Sarà anche stato un errore tipografico, sarà anche una svista passata sotto gli occhi di compositore controllore e controllore del controllore; inammissibile, in ogni caso, perché contestualmente lesivo. Responsabile, nessuno?