Home CONFINE Como: telefonata-“choc”, anziana truffata. Ma c’è il lieto fine

Como: telefonata-“choc”, anziana truffata. Ma c’è il lieto fine

268
0

Lieto fine, su intervento strepitoso di una pattuglia della Polizia di Stato, in un caso di truffa con telefonata-“choc” effettivamente andata a segno nelle scorse ore a Como: qui una donna, 89 anni l’età, residente nella zona di via Giuseppe Brambilla, era stata messa sotto pressione con ripetute chiamate e convinta a consegnare denaro, una tessera “Bancomat” (con il codice di accesso) e gioielli in modo da poter “garantire” – così nella dinamica prospettata – per un conoscente finito nei guai. Il malvivente, spacciatosi per dipendente delle “Poste italiane”, è stato tuttavia individuato dagli agenti proprio sull’uscita dallo stabile in cui l’anziana vive ed ha tentato di darsela a gambe, tuttavia con risultato infelice; al momento del controllo, ecco comparire il maltolto. Conseguenti l’identificazione del truffatore, risultato essere un 29enne abitante a Napoli, e la denuncia da parte dell’89enne. In immagine, i beni recuperati.