Home CULTURA Cartografie sorprendenti, con “Terra insubre” un’indagine sul… campo

Cartografie sorprendenti, con “Terra insubre” un’indagine sul… campo

La… resa dei conti per il dominio di Milano nella seconda metà del ‘200 e le conseguenze della Battaglia di Pavia (1525) fra i temi di primario interesse nel nuovo numero – il 93.o, primo trimestre 2020 – della rivista “Terra insubre”, in distribuzione ritardata per questioni organizzative conseguenti al “Coronavirus”. Dall’interesse notevole un approfondimento sulla figura del pittore Carlo Fornara (1871-1968), vigezzino di Craveggia – al tempo nel già Comune autonomo di Prestinone – che fu allievo di Giovanni Segantini e che dal 1922 scelse di autoesiliarsi nella valle confinaria. Densa di riferimenti al Ticino ed alla Svizzera di lingua italiana, infine, l’indagine sulle più antiche cartografie della Lombardia, materiali di cui sono disponibili ancora esemplari risalenti al ‘400. Il prossimo numero (secondo semestre 2020), come riferiscono dalla segreteria di “Terra insubre”, è in corso di lavorazione, sarà spedito invece entro la fine di luglio e contestualmente risulterà disponibile anche per copia singola. Per informazioni inviare una “e-mail” all’indirizzo segreteria@terrainsubre.org.