Home SPORT Calcio Dna / Altra rimonta compiuta, il Lugano esce indenne da Basilea

Calcio Dna / Altra rimonta compiuta, il Lugano esce indenne da Basilea

407
0

Otto risultati utili consecutivi sono tutto fuorché il frutto del caso. Un ottavo risultato utile consecutivo, qual è quello colto oggi dal Lugano a Basilea, dice anche che i bianconeri sono in un’eccellente condizione mentale oltre che capaci di mantenere un ruolo di vertice in questa originale e bizzarra stagione del calcio svizzero di massima serie: ancora sul podio, peccato per l’incremento del distacco dal Servette in piazza d’onore, ma a due turni dalla fine resta pari a quattro lunghezze il margine sul Lucerna (ieri un pari interno con il San Gallo e bel caos dopo il confronto, quattro feriti nell’assalto alle forze dell’ordine da parte di gruppi di delinquenti nella tifoseria ospite). Davanti ai 21’105 del “Sankt Jakob-Park” in terra renana, soluzione trovata con sinistro su punizione da Renato Steffen all’84.o, dopo inseguimento durato sin dal 35.o quando Amir Saipi era stato battuto da un colpo di testa di Andi Zeqiri (sui piedi di quest’ultimo, tra l’altro, la miglior occasione in apertura cioè al minuto quattro; salvataggio prodigioso di Renato Steffen a metri zero dalla linea di porta).

Pari ineccepibile, in ragione della chiara prevalenza mostrata dagli uomini di Mattia Croci Torti tanto nel possesso-palla (64 per cento) quanto nelle opportunità (14 contro sette); renani oggettivamente messi sotto pressione (sette calci d’angolo per il Lugano contro uno), incomprensibilmente ritrovatisi a filo del 2-0 (palla in rete al 65.o su conclusione di Darian Manes; goal annullato) ed a livelli estremi di nervosismo. Poi, per carità, in campo si danno e si prendono: difficile tuttavia il comprendere l’atteggiamento dei basilesi al minuto 94, ammonizione ad Amir Saipi sul fronte luganese ma anche giallo a Fabian Frei capitano dei renani e rosso (seconda ammonizione) a Riccardo Calafiori che nel Basilea fa il difensore. Per inciso: proprio allo scadere, su iniziativa di Mohamed el Amine Amoura, il Lugano ha persino rischiato di portare a casa il bottino pieno; forse e senza forse, non ai renani spetta il diritto di recriminare…

I risultati – Winterthur-Servette 0-1 (ieri); Lucerna-San Gallo 1-1 (ieri); Sion-Youngboys 0-2 (oggi); Basilea-Lugano 1-1 (oggi); Zurigo-Grasshoppers Zurigo 2-1 (oggi).

La classifica – Youngboys 68 punti; Servette 54; Lugano 51; Lucerna 47; Grasshoppers Zurigo, Basilea 43; San Gallo, Zurigo 41; Winterthur 32; Sion 31.