Home ECONOMIA “Swiss market index” a due facce: prima l’allungo, infine la flessione

“Swiss market index” a due facce: prima l’allungo, infine la flessione

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 23.49) Dopo lunga permanenza in cifra verde su “sentiment” ispirato a seguire l’onda positiva di notizie extrafinanziarie (esito delle elezioni generali nel Regno Unito ed ormai probabile accordo nella “guerra dei dazi” tra Washington e Pechino), “Swiss market index” della Borsa di Zurigo ad accusare un lieve calo (meno 0.21 per cento su quota 10’429.27 punti) in saldo di settimana, pur con prevalenza del segno positivo sul listino. “Ubs group Ag” e “Sika group Ag” in vetta (più 0.67 per cento, con quasi 25.7 milioni di pezzi negoziati, e più 0.65 per cento rispettivamente); in retroguardia “Geberit Ag” (meno 0.99). Evidenze dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, più 0.46; Ftse-Mib a Milano, meno 0.26; Ftse-100 a Londra, più 1.10. Progressi contenuti sino allo 0.20 per cento sugli indici di riferimento a New York. In attestazione a 109.4 centesimi di franco il cambio per un euro.