Home CULTURA Bianco e nero, segno di immediatezza: Andrea Santicoli espone a Lugano

Bianco e nero, segno di immediatezza: Andrea Santicoli espone a Lugano

Scene di amore, di strada, di quotidianità, e sempre colte nel momento della loro miglior espressione, primariamente il sorriso in ogni sua forma: è la chiave della mostra che Andrea Federico Santicoli, 57enne luganese impegnato professionalmente ad alti livelli della banca “Julius Bär”, si appresta a proporre con la personale fotografica dal titolo “Essere umani” all’“Atelier Francesco di Gregorio” in Lugano (via Canonica 12), ossia in una sede che gli stessi curatori – Silvia Torricelli e Yuri Catania sotto l’identità della “CasaGalleria MonteGeneroso” – indicano essere uno “spazio non convenzionale”. Percorso in bianco e nero, da immagini scattate con una “Leica monochrome”; ispirazione ad Henri Cartier-Bresson ed a Robert Doisneau per l’immediatezza dello scatto; visuali originalissime e date sia dalla ricerca stilistica sia dall’essere Andrea Federico Santicoli un portatore di divabilità fisica, costretto com’è sulla sedia a rotelle. Esposizione in coincidenza con la “Fiera d’arte di opere su carta-Wopart” in calendario al “Centro esposizioni” di Lugano tra giovedì 18 e domenica 21 novembre; inaugurazione venerdì 19 novembre, ore 18.00.

Articolo precedenteControlli-“radar”, in arrivo una settimana all’… acqua di rose
Articolo successivoTracce di post-futurismo, Ivan Turetskyy in mostra a Chiasso