Home CULTURA Alla “Majid” guardano… lungo: trittico di conferenze a partire da autunno

Alla “Majid” guardano… lungo: trittico di conferenze a partire da autunno

Percorsi ucronici e filosofici al centro del ciclo di conferenze che, con giustificata preveggenza, è in corso di organizzazione e di programmazione in seno alla “Fondazione Majid” di Ascona quali appuntamenti da strutturarsi fra autunno ed inverno. Progetto generale definito sotto il titolo “Cinema e utopie”; tre le tappe in testimonianza di tre distinte delinazioni, vale a dire l’amore, l’arte e la storia (in quest’ultimo caso, la “fantastoria”, con equo contributo onirico e/o sul piede del “What if?”); relatori saranno Raffaele Ariano, Maria Russo e Roberto Mordacci, docenti già relatori in precedenti incontri. Date da definirsi anche sulla scorta degli impegni professioni degli ospiti; nel frattempo, per tramite delle pagine “web” della fondazione, è da ieri disponibile un videocommento di Raffaele Ariano sul film “Marriage story” di Noah Baumbach, ed a cadenza di una settimana (venerdì 29 maggio e venerdì 5 giugno) saranno proposti analoghi appuntamenti con Maria Russo (“The square”) e con Roberto Mordacci “Once upon a time in Hollywood”.