Home CULTURA Alla “Gipsoteca Giudici” la corporeità materica di Elena Mutinelli

Alla “Gipsoteca Giudici” la corporeità materica di Elena Mutinelli

115
0

Artista di quelle che non nascondono né il volto (vezzo di molti, ormai, quasi che fossero giunti tutti al sublime della notorietà) né gli intenti (qui si propongono le ambizioni espressive, qui è messo in luce il confronto tra corpo umano e materia per tramite di un’analisi “mentale”) è Elena Mutinelli, 57enne di alta scuola scultorea, milanese, originale “in proprio” ma anche nel rappresentare i desideri di committenze tra le più varie (si pensi al lungo lavoro, tra il 1998 ed il 2004, quale realizzatrice di copie marmoree delle statue del Duomo di Milano per conto della “Veneranda fabbrica”). Ed Elena Mutinelli non si smentirà, andando anzi oltre le aspettative dei visitatori, nella mostra “CorpoMateriaCorpo” che sarà accolta da sabato 13 aprile negli ambienti della “Gipsoteca Giudici” in Lugano (riva Caccia 1a, “Central park”, primo piano), inaugurazione nello stesso giorno alle ore 16.30, curatore Luigi Cavadini. Patrocinio della “Camera di commercio italiana per la Svizzera”; apertura nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì, dalle ore 14.00 alle ore 18.00 sino a metà giugno; previste due aperture straordinarie nelle giornate di sabato 4 maggio e di sabato 15 giugno, stessi orari. In programma inoltre per martedì 14 maggio, dalle ore 16.30 alle ore 18.30, un evento speciale dal titolo “Intelligena arte-ficiale”, sempre negli spazi della gipsoteca. In immagine, Elena Mutinelli.

Previous articleIvano Torre ed Alexander Hawkins, magìe in “set” a “Jazz in Bess”
Next articleZürich: Vermisst wird die 17-jährige Muzit