Home ECONOMIA Borse: si ferma il “rally”, flessioni in Europa ed a Wall Street

Borse: si ferma il “rally”, flessioni in Europa ed a Wall Street

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.09) Dopo giorni di ripetuti rialzi e di massimi storici collezionati in serie, frenata brusca sul listino primario della Borsa di Zurigo con “Swiss market index” in netto cedimento (meno 0.96 per cento ad 11’154.53 punti, e ciò dopo aver tuttavia aggiornato il massimo storico ad 11’270.00 punti alle ore 10.12). Pochi i valori in cifra verde: “Ubs group Ag” (più 0.89 per cento, in prevalenza causa reazione all’annuncio della prossima partenza – data scelta: domenica 1.o novembre – di Sergio Ermotti dalla funzione di amministratore delegato) il capofila; “Swiss life holding Ag” (meno 1.69) sul versante opposto. Pesante l’eccezione al ribasso – meno 8,13 per cento, a sensazione per mera lettura emozionale e per scarico di posizioni – del titolo “Swiss Re Ag”: arretramento dalle dimensioni non comprensibili, si direbbe, alla luce dei numeri resi noti circa l’esercizio 2019 (nonostante eventi quali le sciagure naturali, un grave incidente aereo e lo “stop” imposto ai velivoli “Boeing 737 Max”, ovvero fatti che hanno determinato esborsi per 2.7 miliardi di dollari, la compagnia assicurativa ha chiuso con utile intorno ai 727 milioni di dollari – erano stati 421 nel 2018 -, in presenza di raccolta-premi a 38.6 miliardi di dollari – contro 36.4 -; contestualmente ad un’operazione di “buy-back” azionario per il controvalore di un miliardo di franchi, agli azionisti sarà distribuito un dividendo da 5.90 franchi in luogo dei previsti 5.60 franchi). Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, meno 0.91; Ftse-Mib a Milano, meno 1.56; Ftse-100 a Londra, meno 0.27. Wall Street in calo fra lo 0.91 e l’1.25 per cento sugli indici di consueto riferimento. Stabile sui 106.1 centesimi di franco il cambio per un euro.