Home CRONACA Presunte «anomalie», concessionaria nel mirino del ministero pubblico

Presunte «anomalie», concessionaria nel mirino del ministero pubblico

Opera su tre piazze ticinesi – a Cadenazzo, a Grancia ed a Mendrisio – la concessionaria multimarche di veicoli su cui è in corso un’inchiesta della magistratura ticinese per ipotetici reati di natura penale e per eventuali violazioni delle disposizioni legali in materia di circolazione. Le indagini, di cui danno notizia oggi fonti del ministero pubblico e della Polcantonale, potrebbero riguardare in realtà anche altre realtà del territorio e, per il momento, hanno trovato riscontro in una serie di perquisizioni e di interrogatori – come rilevato dal “Giornale del Ticino” – nelle sole sedi del “Gruppo Cadei”, con sequestro di materiale su cui sono in corso accertamenti. Già evidenziate, stando all’informativa, “possibili anomalie”; altri atti istruttori saranno valutati nel corso dei prossimi giorni.