Home CULTURA Opere creative ai “campus” di Usi e Supsi, designati gli artisti

Opere creative ai “campus” di Usi e Supsi, designati gli artisti

Sono Davide Cascio e Adriana Beretta i vincitori del concorso per opere d’arte da realizzarsi e da insediarsi nei “campus” di Usi-Supsi a Lugano quartiere Viganello e Supsi a Mendrisio: tale l’esito annunciato oggi dai vertici del Dipartimento cantonale educazione-cultura-sport quale atto ultimo di una selezione condotta su oltre 80 candidature pervenute. Titoli e temi: per Mendrisio, “Muri tattili”, ovvero forme coniche in legno levigato sulle torri dei vani scala; per Lugano, “Orientamento nel cortile”, ovvero una linea di ottone lunga 65 metri sul suolo della piazza interna, “a simboleggiare l’ago di una bussola che segna l’orientamento dell’edificio e, per traslazione, della ricerca”. I progetti saranno sviluppati in estate; durante l’autunno l’inaugurazione delle opere. Nella foto GdT, il “campus” di Lugano quartiere Viganello.

Articolo precedenteDue morti, un contagio il minuto: contro il Covid-19 è lotta senza quartiere
Articolo successivoAirolo dà l’addio a Luca Ceresetti. Fu politico, ufficiale e gentiluomo