Home ECONOMIA Faticoso recupero, “Swiss market index” sul pari. Euro, minima reazione

Faticoso recupero, “Swiss market index” sul pari. Euro, minima reazione

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.44) Non una doccia scozzese ma un certo qual raffreddamento degli entusiasmi, oggi così come nelle ultime sedute, tra coloro che sulla costante spinta verso quota 13’000 avevano prefigurato un’ondata da “rally” dell’Epifania alla Borsa di Zurigo; complice anche la cadenza infrasettimanale della festività, non volendosi dire sempre e soltanto dei consueti ed esogeni fattori di preoccupazione, gli operatori stentano in realtà a prendere le misure di una piazza il cui “Swiss market index” ha stentato parecchio per riprendere la via ed attestarsi a ridosso della parità (più 0.04 per cento a quota 12’906.37 punti). A “Compagnie financière Richemont Sa” (più 3.06 per cento) il primato; sulla coda, e soli valori in perdita superiore alla figura intera, “Alcon incorporated” e “Nestlé Sa” (meno 1.34 e meno 2.70 rispettivamente). Nell’allargato, di qualche interesse il risveglio di “One Swiss bank” (più 6.38 per cento dopo slancio sino ad un “più 17.02”, ma su poche migliaia di pezzi negoziati) ed il nuovo stacco di “Relief therapeutics holding Ag” (più 37.47 dopo guadagno a doppia cifra già nella seduta precedente). Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, più 0.74 per cento; Ftse-Mib a Milano, più 0.74; Ftse-100 a Londra, più 0.16; Cac-40 a Parigi, più 0.81; Ibex-35 a Madrid, meno 0.06. Andamento contrastato a New York: “Dow Jones”, più 0.20; S&P-500, meno 0.39; Nasdaq, meno 1.32. Cambi: euro a 103.86 centesimi di franco, con marginalissimo guadagno rispetto allo sprofondo della mattinata; dollaro Usa a 91.57 centesimi di franco; a 41’784.97 franchi il controvalore virtuale di un bitcoin.

Articolo precedenteHockey / Da Lugano alla Ncaa-1, continua la corsa di Stefano Bottini
Articolo successivoTicino, le cifre sono cifre: ogni 43 secondi un nuovo contagio da Covid-19