Home CRONACA Italiano, quo vadis? / Upc, dove nemmeno la Svizzera si salva

Italiano, quo vadis? / Upc, dove nemmeno la Svizzera si salva

Hanno ambizioni notevoli, alla “Upc” svizzera con sede in quel di Wallisellen, attività primaria la fornitura di connessioni InterNet ad alta velocità; e, forse, troppa attenzione lì vien dedicata alle utopie, sicché poca ne resta per le cose pratiche. Tra queste, il saper dialogare con l’utente, acquisito o potenziale che egli sia: sicché in un “post” persino sponsorizzato, cioè a pagamento, il tempo diventa “pocco”, l’avverbio “ovunque” viene speso senza verbo (sarà anche ellissi, ma essa è da usarsi “cum grano salis”) ed infine la Svizzera viene degradata all’iniziale minuscola come un qualunque Ernesto Nemecsek nei “Ragazzi della via Pàl”. Inguardabili.