Home CONFINE Induno Olona (Varese): corruzione e truffe negli appalti, tre arresti

Induno Olona (Varese): corruzione e truffe negli appalti, tre arresti

Tre arresti (due con traduzione in carcere ed uno con assegnazione ai domiciliari); 26 persone indagate; 44 perquisizioni (alcune già portate a termine, altre in corso) tra Lombardia, Piemonte e Veneto; sullo sfondo, un sistema di affidamento illecito di appalti, perno un funzionario pubblico – professione geometra, settore manutenzione – del Comune di Induno Olona (Varese) che, in un lasso di tempo relativamente breve (18 mesi), avrebbe gestito rapporti d’affari illeciti traendo benefici diretti ed indiretti per l’equivalente di almeno 125’000 franchi tra denaro contante, attrezzature, articoli di elettronica, capi di abbigliamento e persino una cuccia per il cane. Gli addebiti mossi sul primo esito dell’“Operazione Gabbana”, avviata nel gennaio dell’anno corrente, svolta con impiego di un centinaio di effettivi del comando provinciale della Guardia di finanza e finalizzata da uomini della compagnia GdF di Cantello frazione Gaggiolo: corruzione, truffa aggravata, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, abuso d’ufficio, emissione ed utilizzo di false fatture, riciclaggio e peculato, a vario titolo ed in ogni caso con danno e pregiudizio al Comune di Induno Olona. Il caso più eclatante: una serie di forniture di asfalto da utilizzarsi nelle manutenzioni stradali – forniture inesistenti, o solo in minima parte effettuate – per complessive 700 e più tonnellate. La documentazione contabile, stando agli inquirenti, veniva generata per tramite di almeno nove società prive di autentica attività ed utilizzate quindi come strumento di mera fatturazione; da qui un filone secondario di accertamento sulla realtà contabile di tali “imprese”.