Home SPORT Hockey Nl / Lugano, tre punti stentati. Ambrì, rincorsa frantumata

Hockey Nl / Lugano, tre punti stentati. Ambrì, rincorsa frantumata

127
0

Ma perché, in quest’hockey di National league, perché soffrire così ed infliggere alle tifoserie una sofferenza di tal guisa, a lontano rimorchio delle migliori, mezzo passo appena sopra le peggiori, sempre con l’ansia che attanaglia chi rischia di cadere, e di rado nella condizione psicofisica di quelli che riescono a dare continuità agli occasionali successi? Ha vinto, sì, stasera su pista amica, il Lugano, 2-1 sugli Zsc Lions; reti di Mark Arcobello (3.28, 1-0), Marco Müller (33.03, 2-0) e Juho Lammikko (37.16, 2-1, a cinque-contro-quattro); anche se ciò è valso uno scalino in classifica, resta la miseria di 18 tiri contro 28 se le statistiche federali non ingannano. Ed è tornato a perdere, dopo una miniserie di tre successi, l’AmbrìPiotta che alla “NuoValascia” si è trovato a dover lasciar pista libera al Kloten, mostratosi collettivo più compatto ma anche lestissimo nel rimettere avanti la testa una volta ripreso; proprio nel momento-“clou”, cioè una volta che faticosamente i leventinesi erano riusciti a rimettere la partita sul binario giusto (2-2 di Johnny Kneubuehler in “contre” al 49.57 su assist di Alex Formenton), immediato (51.05) il 2-3 di Arttu Ruotsalainen che sarà anche risultato alla fine. In precedenza, vantaggio ospite con Martin Ness (7.32; per la verità un mezzo scippo su conclusione di David Reinbacher), aggancio firmato Tim Heed (30.47, in superiorità numerica; ma era quel tipo di tiro che avrebbe perforato un Panzer); da Arttu Ruotsalainen l’1-2 (“power-play”, 46.45), indi quanto descritto e nulla di più.

Tutto ciò premesso, domani turno con gli stessi avversari ma a piste invertite. Dandosi di principio (ma non è detto) fuori dai giochi l’Ajoie, si veda quel che dice la graduatoria dal 10.o al 13.o posto: l’Ambrì è sul “record” di 18-20, il Lugano si trova sul 16-21, entrambe le squadre viaggiano a saldo negativo tra goal realizzati e goal subiti (“meno sette” e “meno 14” rispettivamente); un sussultino di Scl Tigers e Losanna e si finisce a carte e 48. Incomincino a capirlo, soprattutto, quei foresti che sembrano calati qui per svernare.

I risultati – Ajoie-RapperswilJona Lakers 1-4; AmbrìPiotta-Kloten 2-3; Berna-Davos 2-4; BielBienne-ServetteGinevra 2-3 (al supplementare); Losanna-Scl Tigers 5-0; Lugano-Zsc Lions 2-1; Zugo-FriborgoGottéron 5-3.

La classifica – ServetteGinevra 77 punti; BielBienne 75; RapperswilJona Lakers 67; Zsc Lions 62; Davos, FriborgoGottéron 61; Kloten 58; Berna 57; Zugo 55; AmbrìPiotta 48; Lugano 47; Scl Tigers 45; Losanna 43; Ajoie 36 (Ajoie 40 partite disputate; BielBienne, Berna 39; ServetteGinevra, RapperswilJona Lakers, Kloten, AmbrìPiotta, Losanna 38; Zsc Lions, FriborgoGottéron, Lugano, Scl Tigers 37; Davos, Zugo 36).

Previous articleSchianto in A9 ad Origgio (Varese), esito tragico: 55enne muore in ospedale
Next articleArbedo-Castione, cade da una scala e batte la testa: grave un 70enne