Home SPORT Hockey Nl / Fatece largo ché passamo noi: l’Ambrì sbanca anche Zugo

Hockey Nl / Fatece largo ché passamo noi: l’Ambrì sbanca anche Zugo

33
0

Ieri, lo sciocco azzardo della panca Rappi nel buttare in pista un “rover”, durante il supplementare: Dario Bürgler sta ancora ridendo per il goal servitogli con guanti bianchi. Oggi, la dissennata strategia della panca Zugo di non prendere le misure allo stesso Dario Bürgler, uno che quand’è in canna non le manda a dire a nessuno; sicché l’attaccante, cui Luca Cereda allenatore deve aver sostanzialmente raccomandato di tirare, tirare sempre e tirare persino se fuori posizione, si mise stasera a frombolare come un ossesso, in pratica totalizzando un terzo delle conclusioni dell’intera squadra ed infilando una doppietta. Ah, doppietta che contribuisce ad un’altra vittoria: stavolta entro i regolamentari, il che significa che l’AmbrìPiotta si è regalato un fine-settimana da bambin30.i disegnati con i baffi, roba che gli “zoomer” non possono capire ma che una volta esplicava per bene il concetto. 5-4, ad ogni modo, in trasferta a Zugo; leventinesi ora quarti ed a due lunghezze dalla seconda piazza; agganciato lo stesso Zugo; dai, grasso che cola, eccome.

Unica partita in programma oggi, quella tra Zugo ed AmbrìPiotta; e pareva tempo di sofferenza, sull’avvio, vedendosi l’assenza di propositività dei leventinesi; eppure, nei tre soli tiri (contro 12) prodotti in 20 minuti, proprio da un biancoblù il disco in gabbia, 13.21, a segno Michael Spacek con l’assistenza di Inti Pestoni. Replica in “power-play” da Niklas Hansson (22.08), indi la prima di due firme di Dario Bürgler, indi 28 orribili secondi in cui lo Zugo pare averla vinta (24.14, Jan Kovar; 24.42, Brian O’Neill); “shorthanded” di Dario Bürgler per il nuovo pareggio (30.52). Pronti via nell’ultima frazione, a bersaglio Nick Shore (44.45) ed ancora Michael Spacek (47.40, secondo assist di Inti Pestoni). Due ticinesi, cioè Dario Simion e Gregory Hofmann, da uomini-assist proveranno a rimettere lo Zugo in carreggiata; Lino Martschini in effetti segna, ma è il 59.29 e negli ultimi 31 secondi il ghiaccio non troverà più strade utili. Il “record” dell’AmbrìPiotta passa a 6-2: da ubriacatura.

La classifica – ServetteGinevra 20 punti; RapperswilJona Lakers 16; Davos 15; AmbrìPiotta, Zugo 14; Zsc Lions 13; BielBienne, Berna 11; Lugano, Ajoie 9; FriborgoGottéron 8; Losanna 7; Kloten 5; Scl Tigers 4 (Zsc Lions due partite in meno; Davos, BielBienne, Berna, Lugano, FriborgoGottéron, Kloten una).

Previous articleHockey Sl / L’attacco non gira, Rockets kappaò per la settima volta di fila
Next articleErba (Como), cade dalla parete di arrampicata e si frattura una gamba