Home CRONACA Fortaleza (Brasile), ucciso in casa ex-municipale di Caslano

Fortaleza (Brasile), ucciso in casa ex-municipale di Caslano

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 15.22) Una pista – il sequestro del proprietario dell’abitazione a fini di rapina – spicca tra le ipotesi dell’omicidio di un 78enne ticinese il cui cadavere, come riportato da varie fonti di stampa brasiliane, è stato trovato giovedì mattina a Fortaleza (capitale dello Stato del Cearà, Brasile). A dare l’allarme l’addetta alle pulizie del complesso in cui l’uomo – identità nota alla redazione del “Giornale del Ticino” e peraltro resa pubblica dai familiari con un annuncio funebre; particolari e sommaria ricostruzione degli eventi sul portale del quotidiano “O’ globo”, servizio all’indirizzo https://g1.globo.com/ce/ceara/noticia/2020/12/03/suico-de-79-anos-e-encontrado-morto-com-corpo-amarrado-em-fortaleza.ghtml – viveva da anni, essendosi spostato definitivamente in Sudamerica da oltre tre lustri e dopo lunga attività nel settore primario (era stato titolare di un’impresa del ramo orticolo). A Caslano, l’uomo era particolarmente noto in quanto già consigliere comunale tra il 1970 ed il 1972 e tra il 1984 ed il 1988 e municipale fra il 1976 ed il 1984 e fra il 1992 ed il 1996.