Home ECONOMIA “Swiss market index”, rincorsa spezzata dai bancari. New York, brilla solo il...

“Swiss market index”, rincorsa spezzata dai bancari. New York, brilla solo il tecnologico

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.38) Due mesi e mezzo dopo il massimo storico a quota 12’573.43 punti, e cinque settimane dopo un minimo ad 11’465.69 punti, “Swiss market index” di nuovo in spinta e capace anzi di superare stamane la soglia psicologica a 12’500 punti (12’512.12 punti, ore 9.08), salvo riacquartierarsi in ultimo a 12’403.05 punti ovvero con progresso limitato allo 0.16 per cento. A gettar acqua sugli entusiasmi, in particolare, il comparto finanziario depresso dalle reazioni ad alcuni annunci (ennesima razionalizzazione) in casa “Credit Suisse group Ag” (meno 4.83 per cento; per trascinamento, giù anche “Ubs group Ag”, meno 1.48). Farmaceutici in avanscoperta sull’avvio, indi ruolo di capofila conquistato dal valore “Geberit Ag” (più 1.34). Nell’allargato, calo (meno 6.77) per “Vontobel holding Ag” peraltro su valida trimestrale. Dalle altre piazze: Dax-30 a Francoforte, più 0.44; Ftse-Mib a Milano, più 0.53; Ftse-100 a Londra, più 0.43; Cac-40 a Parigi, più 0.53; Ibex-35 a Madrid, più 0.09. New York sostenuta solo nel Nasdaq (più 0.74). Cambi: 105.39 centesimi di franco per un euro, 91.32 centesimi di franco per un dollaro Usa; sui 55’639.98 franchi il controvalore teorico per un bitcoin.

Articolo precedenteHockey / “Tornei internazionali giovanili”, ritorno in grande stile
Articolo successivoCovid-19: Arbedo Agno Ponte Capriasca, quarantene scolastiche che… bruciano