Home ECONOMIA Depressione, rimbalzone, flessione: Borse europee tra euforia e psicosi

Depressione, rimbalzone, flessione: Borse europee tra euforia e psicosi

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.00) Oceano di scorrerie per i pirati appena ieri, serra di fiori spuntati e fioriti all’improvviso ed in quantità da profluvio, indi e di nuovo zona di pericolo: è la sorte della Borsa di Zurigo, luogo in cui schizofrenia, “panic selling” ed appetiti da speculatori di breve termine sembrano sposarsi e divorziare da un minuto all’altro perché è oggettivamente non credibile un quadro in cui al “meno 9.64” per cento timbrato alle ore 17.31 di ieri sullo “Swiss market index”, e seguito a Wall Street dal cedimento più vistoso negli ultimi 33 anni, alle ore 13.33 di oggi corrispondesse un incremento superiore al sette per cento (picco a 9’042.54 punti), salvo ripartenza delle vendite ed ultima attestazione su un progresso modestissimo (più 1.17 per cento a quota 8’367.56 punti). “Roche holding Ag” a lungo capofila ed infine sul podio con progresso pari al 3.15 per cento; “Compagnie financière Richemont Sa” battistrada (più 3.89); in retroguardia “Adecco Sa” (meno 2.27). Quanto alle altre piazze primarie, tendenze analoghe e con evoluzioni degne di indagine extrafinanziaria: Dax-30 a Francoforte, più 0.77; Ftse-Mib a Milano, più 7.12; Ftse-100 a Londra, più 2.46; Cac-40 a Parigi, più 1,83; Ibex-35 a Madrid, più 3.74. Fra il 2.82 ed il 3.46 per cento gli spunti positivi in rilevamento sugli indici a New York. A 105.6 centesimi di franco il cambio per un euro.