Home CRONACA Covid-19 in Ticino, altre nove vittime. Contagi, più 20 per cento in...

Covid-19 in Ticino, altre nove vittime. Contagi, più 20 per cento in 24 ore

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 16.12) Nulla, nulla, proprio nulla di buono dal fronte della lotta al Covid-19, una battaglia in cui non esiste l’opzione della resa ma che per mille motivi, compresa l’iniziale e tragica sottovalutazione del fenomeno in ogni dove, di giorno in giorno sembra più difficile il riuscire a combattere. Campane a morto per altre nove persone, nelle ultime 24 ore, su suolo ticinese; e siamo a quota 76 decessi, una strage silenziosa che con il crescere dei numeri conduce anche a prime valutazioni sugli addensamenti e sui focolai e sulla differente profilassi adottata. Parlano, per le vittime, i necrologi; non i primi, e sappiamo sin da ora che non saranno gli ultimi. E non incoraggiante, stamane, è anche l’altro parametro – meno attendibile, di per sé, in quanto per larga misura dipendente dal numero dei tamponi effettuati – da cui nell’ultimo mese è stata condizionata la nostra esistenza: a cifre crude si è in presenza di un’autentica esplosione nel numero dei contagiati, 287 i “test” risultati positivi sempre nello spazio d’un sol giorno, il che equivale ad un incremento nella misura del 20.54 per cento rispetto al giorno precedente: se si eccettuano i primi giorni dell’epidemia, trattasi del balzo più repentino e più allarmante, tanto di più all’indomani di quello che, pur con mille cautele, era stato percepito quale segno incoraggiante (soli 47 contagi in più fra mercoledì e ieri); nel complesso, 1’688 i casi conclamati, compresi coloro che sono già stati dichiarati guariti. I ricoverati sono 386, equivalenti al 22.87 per cento del totale dei contagiati; 325 le persone in reparto, 61 quelle in terapia intensiva; di queste ultime, 51 si trovano intubate.