Home CULTURA “Biennale dell’immagine”, giù la serranda… ma ancora ad occhi aperti

“Biennale dell’immagine”, giù la serranda… ma ancora ad occhi aperti

Una galleria virtuale, già attiva in forma embrionale all’indirizzo InterNet www.dimensionevariabile.xyz, tra le novità sulla rampa di lancio per il 2022 della “Biennale dell’immagine” di Chiasso, tema “Fake-Visual distortion” nella 12.a edizione conclusasi domenica 14 novembre sotto conduzione dei membri di un nuovo Comitato direttivo. L’evento, come da esito di contingenze, è stato via via rimodulato al fine di garantire egualmente una piena partecipazione pur nella riduzione di spazi e di occasioni di incontro; in ultimo, notevoli i numeri delle presenze fisiche allo “Spazio officina”, al “Rifugio pubblico” e nelle varie gallerie – sia svizzere sia italiane – coinvolte nel programma. Punto focale, ed affrontato dagli organizzatori con l’ambizione di lasciare al pubblico un giudizio non influenzato né influenzabile, la discussione sul rapporto tra realtà ed immagine, con sviluppi circa l’esistenza della prova del reale (e, volendosi andar oltre, circa il fidarsi di quel che le immagini raccontano o sembrano raccontare); aspetto, questo, trattato anche per tramite della rassegna “Cinema-falsità”, sviluppato in accordo con i responsabili del “Cineclub del Mendrisiotto”.

Articolo precedenteUnInsubria Varese-Como, in un convegno l’… indagine sulla storia
Articolo successivo71-jähriger Mann mit Waffe löst Polizeieinsatz aus