Home CRONACA Armi sparite, oggetti scomparsi: poliziotto sotto inchiesta

Armi sparite, oggetti scomparsi: poliziotto sotto inchiesta

I casi sono due: o i registri sono imprecisi, o in magazzino manca qualcosa che si sarebbe perso non già per errore di catalogazione, ma per intervento umano. Di quest’ultimo avviso il ministero pubblico, nella persona del procuratore generale Andrea Pagani titolare dell’inchiesta, sulla scomparsa di oggetti – tra questi, alcune armi – sequestrati nel contesto di varie inchieste penali: fatto riferito all’autorità giudiziaria dagli stessi vertici della Polcantonale, sullo sviluppo di una serie di accertamenti amministrativi, e che ha portato all’apertura di un procedimento penale a carico di un effettivo della Polcantonale. Per quanto l’inchiesta sia dichiarata essere solo alla fase preliminare, valgono già ipotesi di reato quali l’appropriazione indebita e la sottrazione di cose requisite o sequestrate. L’agente è nel frattempo destinato alla sospensione dal servizio.