Home CRONACA Tragico esito, trovato morto l’ex-infermiere scomparso da Balerna

Tragico esito, trovato morto l’ex-infermiere scomparso da Balerna

Cause e circostanze al momento ignote, luogo al momento non precisabile. Unica certezza, l’avvenuto decesso. Come anticipato dai colleghi della Rsi, è stato ritrovato morto oggi il 45enne Sandro Veneziano, della cui scomparsa da Balerna, nella mattinata di sabato 30 maggio, era stata data notizia ieri contestualmente con l’avviso di ricerca da parte del portavoce della Polcantonale ticinese. L’individuazione del cadavere ha avuto luogo a distanza di poche ore dalla scoperta dell’auto – una “Skoda Roomster 1.6 Tdi” immatricolata in Ticino – con cui l’uomo si era allontanato e che era stata avvistata ieri in territorio comunale di Buseno (Valle Calanca, Canton Grigioni). L’uomo, già alle dipendenze dell’“Ospedale Beata Vergine” di Mendrisio quale infermiere, era balzato all’attenzione delle cronache quale sospettato per l’alterazione di dosaggi dei farmaci ad un numero imprecisato di ospiti del nosocomio, determinando il decesso di almeno 17 pazienti (tutti in fase terminale), e dopo un lungo periodo di detenzione – circa nove mesi, a partire dalla prima settimana di dicembre 2018 – era stato rimesso in libertà provvisoria nell’attesa del processo in cui egli avrebbe dovuto rispondere di omicidio intenzionale (in subordine, di omicidio colposo) secondo il “dossier” del procuratore pubblico Nicola Respini. Sandro Veneziano si era sempre dichiarato estraneo alle contestazioni.