Home CRONACA Profilassi anti-“Coronavirus”, da lunedì obbligo (unidirezionale) di mascherina

Profilassi anti-“Coronavirus”, da lunedì obbligo (unidirezionale) di mascherina

Meno di due settimane or sono, parlandosi del percorso di uscita dall’era coronavirale, si discese dalla “fase tre” alla “fase due e tre quarti”; resteremo su questo livello, ed anzi una tacca sotto sicché potremmo parlare di “fase due e cinque ottavi”, da lunedì 20 luglio. In tale data, come disposto oggi a Palazzo delle Orsoline sponda Esecutivo quale unico intervento sostanziale sul pacchetto dei provvedimenti antipandemia, quanti si trovino ad operare al fronte nella ristorazione – “maître”, “chef de salle”, camerieri, “sommelier” ed altri affini – saranno tenuti ad indossare la mascherina o un adeguato dispositivo di protezione individuale, che sarebbe poi la visiera in polimetilmetacrilato a copertura quasi integrale sino ad oltre il mento. Diventa obbligo, in sostanza, quel che sino a domenica sera rimarrà una forte raccomandazione. Amen.

Invariato nella “quidditas” quanto stava già nelle disposizioni cantonali introdotto lunedì 3 luglio; si tenga a mente, le prescrizioni varranno sino a domenica 9 agosto, fatta salva l’eventuale proroga. Puntualizzazione utile – chissà come reagiranno dalle parti della “GastroTicino” – in materia di ristorazione: laddove il consumo ha luogo anche in piedi, e ad ogni modo in tutti i bar, in tutti i “club”, in tutte le discoteche, in tutte le sale da ballo, sarà possibile la presenza di 100 persone “complessivamente sull’arco dell’intera serata”, valendo quale periodo la fascia dalle ore 18.00 alla chiusura; egualmente d’obbligo la raccolta e la verifica dei dati personali dei clienti. Come sino ad ora, vietati gli assembramenti di più di 30 persone nello spazio pubblico, il che significa luoghi pubblici, sentieri e parchi; inoltre, anche laddove siano presenti meno di 30 persone, espresso il richiamo alle raccomandazioni sull’igiene sul distanziamento, escluse le sole persone che vivono nella medesima economia domestica.