Home SPORT Hockey Seconda lega / Gruppo 1-est: GdT2 esplosivi, Chiasso1 crolla nel finale

Hockey Seconda lega / Gruppo 1-est: GdT2 esplosivi, Chiasso1 crolla nel finale

Ancora all’ultima pausa, pur nel turbinio di un confronto ad organici di rado o quasi mai al completo sul ghiaccio, si sarebbe scommesso su un finale in volata. Pessima previsione: sei reti di fila nella terza frazione, stasera, hanno consegnato ai GdT2 Bellinzona il “derby” di recupero con il Chiasso1 nell’hockey di Seconda lega (gruppo 1-est). A sensazione, classico passaggio in cui i giocatori ospiti o si sono smarriti o hanno scoperto di aver finito la benzina; morale, ad un vantaggio faticosamente costruito si è sovrapposta un’ondata non più arginabile, 8-2 all’ultima sirena, verdetto greve ma non nelle piste di ghiaccio si amministra la giustizia.

Cronaca. Organici al meglio del momento sull’uno e sull’altro fronte, tanti turriti con bottino personale già in doppia cifra quest’anno; rossoblù con l’ormai consueto apporto di Nicola Sambol e di Benny-Ben Beneventi frombolieri dal Cramosina di Terza lega. Niente sconti anche nelle asprezze in pista: al 2-2 si arriva con due superiorità numeriche ordinarie (9.09, Nicola Mozzini, 1-0; 35.24, Luca D’Agostino, 2-2), con una superiorita doppia (14.29, Nicola Sambol, 1-1) e con uno “shorthanded” (18.13, Gianluca Bobbià, 2-1). Primo vantaggio degli ospiti, indovinare?, ancora a cinque-contro-quattro, ed a firmare (37.33) è il capitano Carlo Fibioli già a tabellino con gli assist nelle due marcature precedenti. GdT2 nella condizione di ripartire a cinque-contro-tre dopo l’ultima pausa; approfitta sùbito (40.13) Nicolas Pezzali per il primo di due messaggi personali, ed infatti il secondo varrà per il sorpasso (44.15). Il Chiasso si riorganizza ma incappa di nuovo, per così dire, nei rigori della panca-puniti; a fiato corto, “penalty-killing” non propriamente da applausi, 3-5 (50.36, Demis De Bernardi); contesto-fotocopia, 3-6 (55.30, Mattia Del-Vita); idem identidem, 3-7 (59.04, ancora Mattia Del-Vita che stasera avrà pagato una bottiglia per la prima doppietta personale a questi livelli). L’ottavo goal, sull’ultimo tiro e con quattro soli secondi sul tabellone, ha un nome pesante: Alexej Tsygurov, 17 anni compiuti una settimana fa, figlio di Dmitri, nipote (essendo colui suo zio) di Denis già tra la miglior Russia e la Nhl, nipote (essendo colui suo nonno) di Gennadi nella cui identità visse e prosperò per quasi 20 anni il Traktor Chelyabinsk. Un sorriso, prego, Alexej, per la foto-ricordo…

La classifica – Sursee1 28 punti; Zugo2, Küsnacht 21; Wallisellen, KüssnachtAmRigi1, GdT2 Bellinzona 18; PregassonaCeresio Redfox 12; Sciaffusa 10; Seetal1 7; Chiasso1 3 (Sursee1, Zugo2, Küsnacht, GdT2 Bellinzona, Sciaffusa 11 partite disputate; KüssnachtAmRigi1, PregassonaCeresio Redfox, Seetal1, Chiasso1 10; Wallisellen nove).

Articolo precedenteHockey Sl / Zero goal, esito ovvio: Rockets alla sconfitta numero 17
Articolo successivoCintura di Varese: sotto il trattore, droga a quintali. 43enne in manette