Home SPORT Hockey Nl / Aria spostata non dà punti, il Lugano si contenta...

Hockey Nl / Aria spostata non dà punti, il Lugano si contenta di… perdere

Per essere una partita da sei punti, come essa era stata prefigurata e presentata e descritta, diremo che il Lugano dell’hockey di massima serie lasciò stasera sei punti per strada e si complicò un pezzo di esistenza trovandosi per di più alle prese con gli Zsc Lions in una sfida di quelle che possono lasciare il segno sui piazzamenti in funzione del “play-off”. Delle attenuanti si può far sproloquio, dalla lunga sosta al crivellamento covidiano subito al gravame dell’aver dovuto abbandonare le competizioni, in dicembre, quando la squadra era all’acme della forma; càpita però che, in un giro di aggregazione da ben quattro turni diversi (36.a, 39.a, 41.a e 42.a giornata), a far quota siano stati gli altri, non più bravi (sicuro), non più abili nel frombolare (24 tiri contro 41), non di miglior qualità tecnica nel pacchetto degli stranieri (okay, questa l’abbiamo sparata a beneficio degli ottimisti irriducibili. Bum). Insomma, 2-3 subito in sorpasso a cavallo fra secondo e terzo periodo e nonostante il parziale offensivo dell’ultima frazione si disegni sulla misura di 19 conclusioni bianconere contro cinque; Patrick Geering l’uomo-partita sul fronte avversario, rete dello 0-1 (19.04) ed assist per John Quenneville (2-2, 35.35) e per Marcus Krüger (2-3, 47.24). Il meglio del Lugano fra il 25.28 (1-1 firmato da Mark Arcobello) ed il 31.58 (vantaggio grazie a Troy Josephs); non sfruttate due superiorità numeriche sul finale, inutile il solito sacrificio del portiere per il “rover”.

I risultati – AmbrìPiotta-Zugo 2-3 (ieri, al supplementare; vedasi in altra parte del giornale); ServetteGinevra-Davos 4-0 (ieri); BielBienne-Berna 8-7 (oggi, al supplementare; ospiti avanti sino allo 0-3, indi sul 3-5 e poi sul 5-6 al 36.59; penalità di partita a Gregory Sciaroni; 6-6 di Fabio Hofer al 41.24, Calle Andersson per il 6-7, Mike Knzle per il 7-7; nervi tesi nel prolungamento, a doppia superiorità numerica la soluzione di Gatan Haas); Davos-Scl Tigers 4-1 (oggi; ospiti avanti con Jules Sturny al 15.37, risposta dei grigionesi che si concretizza fra il 47.02 ed il 47.39 con reti di Julian Schmutz e Simon Knak); Lugano-Zsc Lions 2-3 (oggi).

La classifica – FriborgoGottéron 71 punti; RapperswilJona Lakers 67; BielBienne 66; Zugo, Davos 65; Zsc Lions 64; Lugano 51; ServetteGinevra 47; Losanna, Berna 46; AmbrìPiotta 40; Scl Tigers 32; Ajoie 18 (BielBienne, Davos, Zsc Lions, AmbrìPiotta, Scl Tigers 36 partite disputate; RapperswilJona Lakers, Lugano 35; FriborgoGottéron, ServetteGinevra, Berna, Ajoie 34; Zugo, Losanna 33).

Articolo precedenteCorona-Massnahmen: Der Bundesrat verkürzt die Quarantäne
Articolo successivoColpo di stiletto / Grazie, ma la nostra Madonna del Sasso è un’altra