Home ECONOMIA Le rassicurazioni non bastano: freddo nelle Borse europee, Zurigo si… adegua

Le rassicurazioni non bastano: freddo nelle Borse europee, Zurigo si… adegua

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 19.11) Rischia di andare al saldo sul pari come massima ambizione (all’ultimo riscontro, meno 0.29 per cento) il ciclo delle quattro settimane sul listino primario della Borsa di Zurigo: al ribasso l’odierna seduta, rappresentando lo “Swiss market index” un cedimento pari allo 0.55 per cento sugli 11’976.79 punti. In situazione a tutti gli effetti stabilizzatasi e nell’assenza di stimoli, insufficienti sembrano le rassicurazioni che in vari àmbiti internazionali dovrebbero condurre a manifestare ottimismo sul perdurare delle politiche espansive, da molti percepite come mera iniezione di liquidità a sostegno del sistema. “Compagnie financière Richemont Sa” a chiudere la fila (meno 1.75 per cento, con l’alibi dello scarico di posizioni dopo i guadagni delle sedute precedenti); pochi e per decimali i titoli in cifra verde (“Sika group Ag”, più 0.38, il migliore sin dall’apertura). Nell’allargato, altro balzo (più 6.38 per cento) del valore “Dottikon es holding Ag”, al massimo storico su cifra tonda (300 franchi per azione). In prevalente cedimento anche le altre piazze europee: Dax-30 a Francoforte, meno 1.01; Ftse-Mib a Milano, meno 1.27; Ftse-100 a Londra, meno 1,12; Cac-40 a Parigi, meno 0.99; Ibex-35 a Madrid, meno 1.52. Non prende coraggio nemmeno New York, dove il solo “Dow Jones” si propone sopra la linea (più 0.06 per cento) mentre in rosso viaggiano Nasdaq (meno 0.85) e S&P-500 (meno 0.42). Euro in riattestazione intorno ai 108.4 centesimi di franco; 91.88 centesimi di franco per un dollaro Usa; bitcoin in frenata a 28’732 franchi per unità.

Articolo precedenteAgno: scarti vegetali, ampliato l’orario alla piazza di raccolta
Articolo successivoFiammata del “Coronavirus”, in Ticino 37 altri positivi nelle 24 ore