Home CRONACA Filo di nota / Ehi, amico del sole, löcch e fanigutùn sarai...

Filo di nota / Ehi, amico del sole, löcch e fanigutùn sarai tu

La titolazione giornalistica è talvolta notarile e sciapa (ma, si osa sperare, per mera necessità: se hai spazio per cinque lettere e devi dire di uno che è deceduto, fai come i colleghi della “Regione” che una volta scrissero “Morto” e basta), e talvolta è invece prodotto di gran bell’estro. Fallimentare, nel caso di cui in immagine, la riduzione effettuata dal “Dolce far niente” (concetto variamente interpretato; nella migliore delle letture, l’uso del tempo per premiarsi senza bisogno di trasformare il tempo stesso in risultati) al semplice “Far niente” sul recente numero del “Migros magazine” edizione romanda. “Far niente” è espressione non equivocabile, e suona come un giudizio: dettato dalla stupidità e dall’ignoranza (domandatevi che cosa accadrebbe se si scrivesse “appointement” per dire “appuntamento” ed invece si tratta del salario), ma pur sempre un giudizio che suona sprezzante. Rispostina: disfesciarsi, e alla svelta, ma non prima di aver chiesto scusa.