Home CRONACA Covid-19 in Ticino, si espande la rete degli ambulatori

Covid-19 in Ticino, si espande la rete degli ambulatori

Altre due strutture ambulatoriali per consultazione, e dedicate in modo specifico alla visita ad alla presa in carico di persone potenzialmente affette da “Coronavirus” (da qui la denominazione “Check-point Covid-19”, in disponibilità da stamane sul territorio cantonale ticinese: a fianco delle realtà già operative a Mendrisio, a Lugano, ad Agno ed a Bellinzona quartiere Giubiasco, aperti un centro a Locarno (dal lunedì al venerdì, ore 8.00-18.00) ed un centro mobile ovvero itinerante per la regione delle Tre valli (dal lunedì al venerdì, ore 8.00-18.00, e nei fine-settimana, ore 14.00-18.00), a bordo del veicolo “Sanabus” che in funzione delle necessità farà tappe in varie località ed in varie aree (Airolo, Faido, Bodio, Riviera, Acquarossa, Olivone in particolare). Nel corso del fine-settimana “esteso” di Pasqua, e dunque sabato 11 e lunedì 13 aprile, i presidi fissi – escluso solo quello di Agno – saranno regolarmente aperti. Come sempre, la facoltà di accesso ai centri di consultazione ambulatoriale è riservata a quanti abbiano avuto specifica indicazione telefonica da parte del medico di famiglia e/o del medico di picchetto e/o dagli operatori della “hotline” dell’Ordine dei medici e/o dal medico cantonale e/o da un operatore di Pronto soccorso ospedaliero e/o da un addetto alla Centrale d’allarme “144” e/o da uno specialista della Guardia medica; non sono pertanto ammesse iniziative individuali, valendo sempre il principio secondo cui, in caso di sintomi e di sospetti originati da tali sintomi, il primo contatto ha luogo per telefono.