Home SPORT Calcio Dna / Pari a Ginevra, Lugano con la testa fuori dall’acqua

Calcio Dna / Pari a Ginevra, Lugano con la testa fuori dall’acqua

Un punto in trasferta, a condizioni ordinarie, sarebbe motivo di allegrezza; difficile il dirlo, tuttavia, a proposito del Lugano, che all’ottavo turno del calcio di Divisione nazionale A non è andato oltre lo 0-0 a Ginevra, avversario il Servette nei cui preventivi figurava di sicuro la vittoria. Meriti e demeriti in egual misura, si direbbe, in questo pareggio nel quale si potrà anche sostenere che sono emersi sprazzi di buon gioco e che le tracce di continuità sono durate più di una manciata di minuti; non ci si faccia però fuorviare dalla statistica di 35 tiri complessivi, 15 per i padroni di casa e 20 per gli ospiti, perché una diecina in tutto sono state quelle dei bianconeri, compreso qualche sviluppo da palla inattiva, e tre ne sono state contate a favore dei ginevrini. Buon per il Lugano che prima sia stato il palo a far da portiere sulla conclusione di Miroslav Stevanovic (19.o) e che al 56.o la traversa abbia detto “no” a Steve Rouiller, con il che dal mazzo erano usciti tutti i “bonus”-fortuna; 0-0, dunque, e meglio che non si pensi al fatto che, mentre il Lugano camminicchia, altri stanno correndo. Gli altri risultati: Basilea-Zurigo 4-0; Sion-San Gallo 1-2; Thun-Youngboys 1-1; Lucerna-NeuchâtelXamaxSerrières 1-0. La classifica: Basilea 19 punti; Youngboys, Sion 16; San Gallo 13; Servette 10; Lucerna 9; Zurigo 8; Lugano, Thun 6; NeuchâtelXamaxSerrières 4.