Home SPORT Calcio Dna / Lugano-Zurigo, per celebrare insieme e per… provarci

Calcio Dna / Lugano-Zurigo, per celebrare insieme e per… provarci

18
0

Passata (non ancora) la sbornia di improvviso entusiasmo per l’avvenuta conquista della Coppa Svizzera, traguardo massimo dichiarato dalla dirigenza e storicamente nei sogni di Mattia Croci-Torti allenatore, il Lugano pedatorio si reimmerge stasera nel clima della massima serie per il penultimo impegno della stagione 2021-2022. Ragionamento semplice sempre: ospite a Cornaredo è lo Zurigo già campione, sicché l’uno si complimenterà con l’altro che si complimenterà con l’uno, e del resto chi vince si compiace e chi perde si dà pace; nel caso vinca, il Lugano sale a quota 54 e torna virtualmente in competizione con lo Youngboys, al momento terza forza del torneo e contemporaneamente impegnato sul campo di un Lucerna che spera ancora di poter evitare il “barrage” per la salvezza (è ad un punto dalla coppia Grasshoppers Zurigo-Sion). I bianconeri sono già in Conference league e nulla cambierebbe anche in caso di sorpasso (da maturarsi eventualmente nell’ultimo turno, s’intenda); ma entra in gioco un po’ la soddisfazione di chiudere l’annata in crescendo, anche quale tributo a quei giocatori che non rimarranno perché non più nei piani della società o non accordatisi sul rinnovo del contratto. Insomma, confronto da tripla in cui può accadere tutto o nulla, ché anche la salute delle gambe ha qualche importanza e non si può contestare ad alcuno il diritto di preservarsi.

Il programma – Losanna-Sion, Lugano-Zurigo, Lucerna-Youngboys, Grasshoppers Zurigo-San Gallo, Servette-Basilea.

La classifica – Zurigo 76 punti; Basilea 58; Youngboys 56; Lugano 51; San Gallo 47; Servette 42; Grasshoppers Zurigo, Sion 37; Lucerna 36; Losanna 22.

Previous articleVarese, collisione auto-moto in zona “Iper”: feriti due uomini
Next articlePrecipita nel vuoto dal Pizzo Truzzo, 63enne comasco perde la vita