Home ECONOMIA Borse: Zurigo fredda ed incerta, Europa bene, New York fiammeggiante

Borse: Zurigo fredda ed incerta, Europa bene, New York fiammeggiante

(ULTIMO AGGIORNAMENTO E RIEPILOGO. ORE 21.94) Si ostina a reggere faticosamente sui ritti, pur se colpita da dischi in arrivo da ogni direzione, lo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo andato al saldo con minimo guadagno (più 0.04 per cento ad 11’587.00 punti) ma senza dar segno di voler riprendere in modo deciso la strada verso le creste – sin troppo esaltanti, e non rispondenti a valori del reale – da “record” a metà agosto. Esito di spinte e controspinte è del resto la posizione del momento: finanziari trainanti (“Ubs group Ag” e “Credit Suisse group Sa”, più 1.87 e più 1.44 per cento rispettivamente), “Lonza group Ag” sul podio ed unico altro valore in guadagno oltre la figura intera (più 1.19 per cento); reggono “Ubs group Ag” e “Nestlé Sa” (più 0.61 e più 0.54 per cento rispettivamente); sul versante opposto, in difficoltà i farmaceutici (“Novartis Ag”, meno 0.41; “Roche holding Ag”, meno 0.87); in apparenza frenata l’emorragia del titolo “Partners group Ag”, risalito sopra la parità (più 0.57) dopo essere transitato in perdita superiore al due per cento ossia sui minimi da fine maggio (danno contenuto per quanti abbiano acquistato un anno fa o all’inizio del 2021, stanti i rispettivi guadagni nelle misure del 63 e del 32 per cento circa, ma squassante nei conti di chi, sull’onda dei massimi storici in serie, abbia messo denaro su questa azione e stia pagando una contrazione superiore al 15 per cento nell’arco delle ultime quattro settimane). Nell’allargato, rimbalzo per “One Swiss bank Ag” (più 40.74 per cento) dopo lo sprofondo accusato ieri in entità quasi pari; buon progresso (più 5.10) per “Stadler rail Sa” sull’annuncio di nuove commesse per 286 treni da fornirsi su contratto dall’importo nell’ordine di un paio di miliardi di franchi.

Così sulle altre piazze in Europa: Dax-30 a Francoforte, più 1.05 per cento; Ftse-Mib a Milano, più 1.95; Ftse-100 a Londra, più 0.94; Cac-40 a Parigi, più 1.52; Ibex-35 a Madrid, più 1.54. New York lanciatissima, con guadagni fra l’1.36 e l’1.69 per cento sugli indici primari. Sui 107.61 centesimi di franco il cambio per un euro; 92.80 centesimi di franco per un dollaro Usa; a 47’160.76 franchi la quotazione teorica per un bitcoin. Ancora in ascesa il prezzo del petrolio: barile Brent ad 82.63 dollari Usa, barile Wti a 79.04 dollari Usa

Articolo precedenteVaccinazioni modello itinerante, partita la campagna di richiamo
Articolo successivoHockey Wld / Gruppo 1, AmbrìGirls “D” pronte per… riannodare un filo